#10ristoranti in cui mangiare bene a Modena e dintorni

La Lanterna di Diogene

Lanterna

La Lanterna di Diogene non è un semplice ristorante è un progetto stupendo. E’ un’acetaia, una villa in cui bambini e ragazzi posso incontrarsi, un Centro di terapia integrata per l’Infanzia, un orto in cui vengono coltivati prodotti biologici, un luogo caldo e familiare in cui gustare ottimi piatti della tradizione modenese. Le portate sono stagionali e la qualità dei prodotti eccelsa. Paste fatte in casa, zuppe, polli di razza modenese, stracotti, arrosti di faraona in farcia di cotogne e verzotti di carne e ricotta, pane di farina semi integrale macinata a pietra e fatto a mano. Torte, crostate e dolci originali creati con fantasia e passione.

http://www.lalucciola.org/la-lanterna-di-diogene.html

Trattoria La Barchetta

Trattoria Barchetta

Il mio ristorante preferito. Ambiente familiare, tovaglie a quadretti rossi, personale simpatico, piatti eccezionali. Si trova vicino al fiume Secchia in mezzo alla campagna. Pasta fatta in casa, carni di prima qualità, ottima cantina vini e ottimi prezzi.

https://www.facebook.com/groups/BarchettaCampogalliano/

Ristorante Laghi

Laghirestaau

Un ristorante in cui fare sempre piacevoli scoperte. Paolo, oltre ad essere il cuoco sublime, è anche docente presso un istituto agrario. Questo lo porta ad avere una grandissima cultura per poter sperimentare erbe e sapori di ogni tipo e il risultato è qualcosa di eccezionale. Il locale si trova all’interno della stupenda cornice dei laghi Curiel di Campogalliano.

http://www.ristorantelaghi.it/

Trattoria La Rana

RanaLabuonatavolanet

Riuscite ad immaginarvi come potevano essere le trattorie di campagna a fine anni 50? Se non c’e la fate andate a pranzo alla trattoria La Rana. Il tempo pare essersi fermato. Il menù è composto da primi piatti classici come la pasta e fagioli o le tagliatelle al ragù ma che comunque esprimono quel sapore contadino e sincero di un tempo.

http://www.labuonatavola.net/pagina.php?id=647

Agriturismo Peri al Verde

Agritursimo verde peri

L’Agriturismo Peri al Verde, un’antica dimora dei Cavalieri Templari, situato nei pressi del fiume Secchia in località Ponte di Sant’Ambrogio.Una volta varcata la soglia d’ingresso della casa di campagna in cui cenerete, crederete di essere tornati indietro nel tempo. Il complesso è molto bello, coi pavimenti in cotto usurati e levigati dal calpestio, suddiviso in diverse stanzette, rustiche ed accoglienti, adibite a sale di ristorazione.L’agriturismo, oltre a fare il pane fatto in casa, la pasta, produrre formaggi, salumi, frutta, verdura, miele, nocino e tanto altro, coltiva anche uva da lambrusco. I prodotti utilizzati per i primi, i secondi e i dolci sono tutti coltivati da loro, come il vino (biologico) che arriva dalle loro cantine.

http://www.verdeperi.it/

Trattoria da Ermes

Ermes

Fare due passi in Centro e fermarsi a mangiare in questa trattoria che ha 50 anni, significa fare una giornata da vero modenese. Se poi ci mettete un giro sulla Ghirlandina avete fatto l’en plein. Definita il Tempio della Modenesità, da Ermes potete trovare il coniglio alla cacciatora (che prepara sua moglie), tortellini in brodo, scaloppine al balsamico e altre leccornie tipiche di Modena realizzate dalle mani esperte delle Rezdore. Ci sono solo 38 posti e non si può prenotare e purtroppo è aperto solo a pranzo. Munitevi di pazienza e non preoccupatevi nel caso doveste fare un’ora di fila.

Trattoria La Siberia

Trattoria la siberia

Avete voglia di gnocco fritto e tigelle? Alla Trattoria “La Siberia” trovate uno dei migliori locali della collina modenese. Situata su un cucuzzolo da cui si può vedere Maranello, questa trattoria è gestita dalla una bella famiglia. Il locale è molto carino e d’estate si mangia all’aperto. I salumi e i vini sono locali e di prima qualità.

http://www.trattorialasiberia.com/

Ristorante La Badessa

ristorante-badessa

Situato in un carinissimo paesello di campagna, questo ristorante si può definire con un aggettivo solo: bello! Bella la location, bello al suo interno e belli i piatti che vengono serviti. Se avete voglia di mangiare prodotti di qualità a km 0 nati dalla fantasia e dalla ricerca di questi giovani ristoratori, “La Badessa” fa al caso vostro. Ci sono stato un paio di volte ed in entrambi i casi sono rimasto appagato sotto tutti i punti di vista. Ottimo il servizio, ottima la cucina e cordiale l’atteggiamento dei proprietari. Alcuni piatti gustosi: tortelli di porro della Nilde saltati con burro e A.B.T.R.E., Risotto con porro e culaccia, filetto di Fassona, faraona agrumata in crosta di pancetta croccante…

http://www.ristorantebadessa.it

Osteria La Francescana

Francescana

Il locale di Massimo Bottura, uno degli chef più importanti del mondo. Il ristorante “L’osteria La Francescana” è stato premiato come uno dei ristoranti migliori del mondo, 3° posto, quindi un giro per scoprire di cosa si tratta non si può negarglielo. La continua ricerca di Bottura dei profumi, sapori e presentazione delle portate fa sì che una cena nel suo ristorante sia un viaggio sensoriale unico ed inimitabile. Cappuccino di patate all’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena, Spugnole ripiene di cotechinop in brodetto di spugnole, Tortellini tradizionali modenesi in crema di Parmigiano Reggiano di Bianca Modenese alcuni dei suoi piatti.

http://www.osteriafrancescana.it/

Cà Cerfogli

Ca cerfogli

Se avete voglia di fare un giro sulle colline modenesi e farvi una scorpacciata di funghi, Cà Cerfogli è il posto che fa per voi. In un ambiente rustico ed elegante, offre piatti tradizionali, carni eccellenti e un’ottima cantina vini.

http://www.albergocerfogli.it/index.php/it/ristorante

#10consigli di un runner

Corro da qualche anno e devo dire che la cosa mi piace sempre di più. La corsa non è solo uno sport è anche, anzi sopratutto, una sfida mentale con se stessi. Correre ha un potente effetto antidepressivo e migliora l’autostima, inoltre stimola la serotonina e varie endorfine che sono in grado di regolare i desideri alimentari inducendo serenità, tranquillità e senso di soddisfazione.

Molti amici mi chiedono come fare per iniziare a correre da zero e riuscire a diventare un buon runner. Elenco di seguito 10 regole che per me sono fondamentali per correre bene.

1 – Scarpe

La cosa più importante per un runner sono le scarpe. Una scarpa non adatta può provocare tanti danni: alla schiena, alle ginocchia, ai piedi. Consiglio d’andare in un negozio specializzato, farsi controllare la pianta del piede e farsi consigliare che tipo di scarpe utilizzare.

Immagine

2 – Obiettivi

Fissare nella testa un obiettivo significa averlo già raggiunto per un buon 50% di probabilità. Se il vostro fisico regge 5 km di corsa, datevi come obiettivo un 7 km. E così via. Non saranno 2 km in più che vi impediranno di allungare il vostro passo.

Immagine

3 – Programmazione

Programmate ad inizio settimana le 2/3 uscite che volete fare. Questo serve a mantenere alto il vostro impegno. Decidere giorno per giorno alla lunga vi porterà a mollare.

4 – Fisioterapista

Correre è uno sport molto traumatico. Non esiste runner che non abbia avuto piccoli o grandi infortuni. Vi consiglio di individuare un buon fisioterapista che possa farvi da tutor durante la vostra carriera sportiva. Aspettare a curarsi significa allungare i tempi di recupero.

Immagine

5 – Alimentazione

Seguite un sano menù alimentare fatto di frutta, verdura e carboidrati (la pasta è la benzina del vostro motore). Evitate alcolici. Una banana, qualche ora prima di una corsa, aiuta ad evitare i crampi.

Immagine

6 – Non esagerare

Se siete all’inizio partite con un piano molto leggero; la prime 2 settimane consiglio 2 uscite da 18 minuti di corsa leggera: 2 minuti di corsa e 1 di passo per 6 volte. La terza settimana allungate un pò il passo: 3 minuti di corsa e 1 di passo per 6 volte. E così via.

Immagine

7 – Orologio

Per iniziare un buon orologio contapassi con cronometro potrebbe essere sufficiente. Nel caso la vostra attività diventi più seria dovrete passare ad un buon garmin con gps che registra tutti i dati: Velocità media, km, tempo, calorie etc.. Questo vi aiuterà tantissimo a migliorare i vostri risultati.

Immagine

 8 – Stretching

Prima e dopo la corsa lo stretching è fondamentale. Non solo allunga i vostri muscoli e vi permette di non “bloccarvi” muscolarmente ma rilassa il corpo. Stretching fatto bene significa anche tenere lontano dolori infiammatori.

Immagine

9 – Acqua

Se diventerete dei runner convinti, inizierete ad aver voglia di correre con qualsiasi tempo e temperatura. D’estate però bisogna stare molto attenti. Consiglio di bere un sorso d’acqua ogni 8/10 minuti dalla borracetta portatile.

Immagine

 10 – Abbigliamento

Per correre bene bisogna essere vestiti bene. Ogni stagione ha il suo abbigliamento. Estate: canottiera (sconsiglio t-shirt), calze basse da runner, pantaloncini con mutandina e cappello. Inverno: maglie e pantaloni lunghi traspiranti, guanti, cappello e copri orecchie. In inverno, nel caso usciste a correre dopo le 18 quindi con il buio, assicuratevi che il vostro abbigliamento sia cartarifrangente.

Immagine