11 regole per iniziare a correre oggi!

Correndo da tanti anni ed avendo iniziato da zero, spesso mi trovo a dover rispondere alla domanda: Ma davvero prima non correvi?

shutterstock_141950908

La gente pensa che correre sia un’impresa talemente ardua che, o sei geneticamente predisposto e quindi a 3 anni avevi già dato atto del tuo talento facendo un 5000 in 19.32 oppure la cosa è impossibile.

Cari amici, si può iniziare a correre a qualsiasi età. Sembra impossibile ma anche io, come tantissimi runner, ho iniziato dopo i 30 anni.

Da dove iniziare?

  • Fai una visita medica presso gli ambulatori della medicina dello sport. Già che ci sei fai una visita per attività sportiva agonistica. Costa intorno ai 50 euro ma metti che ti venga voglia di fare una garetta…
  • Fai una visita per capire che tipo di appoggio hai: prontatore, supinatore o neutro? Entra in un negozio da running specializzato, sapranno sicuramente consigliarti la scarpa giusta. Spenderai forse qualcosa in più ma te ne saranno grati tendini e ginocchia. Come dico sempre io: La vita è troppo breve per correre con scarpe di merda. 
  • Datti un obiettivo. Qualsiasi esso sia: dimagrire, fare una gara, provarci con una tipa o un tipo che già corre. Insomma, qualsiasi cosa a patto che sia un obbiettivo che ti imponi di raggiungere.
  • Segui una dieta sana e bilanciata. Ti aiuterà a correre meglio e anche ad infortunarti meno. Ultime ricerche dimostrano che chi ha un’alimentazione sana e corretta corre meno il rischio di andare incontro ad infiammazioni.
  • Vestiti in modo adeguato. Utilizzare materiale tecnico adatto ha tanti aspetti positivi, non ultimo quello di aiutarti a mantenere una corretta temperatura corporea. Inoltre non vestirti troppo o troppo poco. Valuta attentamente cosa indossare tenendo presente il fatto che durante la corsa ti verrà caldo.
  • Orologio o cellulare? Utilizza uno strumento che possa cronometrare il tuo passo e misurare il tuo percorso. Esistono orologi a buon prezzo che potrebbero fare al caso tuo, oppure installa un’APP sul cellulare. Per iniziare andrà benissimo. Questo ti servirà per monitorare i tuoi allenamenti.
  • Segui una tabella che ti aiuti a raggiungere il tuo obbiettivo.
  • Non forzare i tempi. Ho visto runner partire da zero e vederli a fare una mezza maratona dopo 3 mesi. Poi li ho visti entrare nel tunnel delle fisioterapie. Il corpo ha bisogno di tempo per entrare in relazione con il nuovo stile di vita. Anni di sedentarietà si fanno sentire.
  • Ascolta il tuo corpo. Alcuni dolori sono normali mentre altri non vanno presi sotto gamba. Ai primi segnali confrontati con un podista “navigato”. Riconoscerà i tuoi fastidi e saprà consigliarti.
  • Ricordati lo stretching. Dopo anni che è sono stati assodati i benefici dello stretching sento ancora runner dire “non lo faccio mai“. Lo stretching non è una cosa in più, fa sempre parte della corsa. Come il recupero fra una ripetuta e l’altra o come il riscaldamento prima di una gara. Meglio fare 2 km in meno di allenamento pur di trovare 10 minuti di tempo per lo stretching. Non solo è piacevole, ma tiene lontano da infortuni quali: infiammazioni ai tendini, alla bandelletta, mal di schiena e tanto altro.
  • Divertiti. “La prime volte è stata dura, pensavo che correre non era cosa per me. Poi ho scoperto le endorfine e mi si è aperto un mondo“. Questa frase la giro a tutti quelli che mi dicono che la corsa non fa per loro. Fai il tuo passo, non importa se sarai lento o veloce. Pensa solo a divertirti, godere dei benifici della corsa e a stare bene.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...