Odio il camminatore, maleducato.

Ecco, l’ho detto. Anzi scritto. Odio il camminatore maleducato.

shutterstock_564764047

Come sulla strada, anche sulle piste ciclabili, su quelle pedonali e sui vari percorsi utilizzati da chi ama correre e camminare, ci sono delle regole. La regola fondamentale degli sportivi è: si sta in fila indiana.

Mi sono stufato di trovarmi davanti camminatori che più che uscire per fare movimento alle gambe escono per farlo alla lingua, mettendosi in file da 3 o 4 persone occupando tutta la pista pedonale e chiaccherando come se fossero al bar. Mi spiace ma stai partecipando ad una camminata, puoi chiaccherare se riesci a farlo senza ostruire il passaggio degli altri in caso contrario vai in trattoria.

È un po come quelli che in autostrada fanno i 90 restando sulla corsia di sorpasso malgrado alla loro destra ci siano 2 corsie completamente libere. Per fortuna il nuovo codice della strada prevede la sanzione per chi non occupa la corsia più a destra. Ecco, ci vorrebbe una cosa simile nel podismo.

Faccio un paio di esempi.

Alle tapasciate della domenica c’è chi corre e chi cammina. Ottimo. Il problema è che coloro che decidono di camminare partono 1 ora prima. Cosa succede? Chi parte all’orario prefissato dall’organizzazione si troverà lungo il percorso tutti i camminatori. Nessun problema se fossero in fila indiana ma nei punti in cui le strade sono strette correre diventa impossibile. E guai a dirgli qualcosa! Se provi a dire permesso o state a destra ti senti rispondere cose del tipo: non è mica tua la strada, stai calmo, ma dove devi andare e altre cose simili.

Secondo esempio.

Qualche giorno fa, correndo lungo una pista ciclabile, mi sono trovato davanti due signore di cui una con un cane. Occupavano tutto lo spazio ostruendo così il passaggio. Le due tizie a sinistra (senso opposto di marcia oltretutto) e il cane, con il guinzaglio, tutto a destra. Così facendo il passaggio era chiuso. Ho iniziato a gridare permesso 50 metri prima. Probabilmente le signore oltre che maleducate (lo dimostreranno meglio successivamente) erano anche sorde. Forse disquisivano di cose assai importanti ed erano distratte. Arrivatogli sotto, visto che facevano finta di non sentirmi, ho deciso di fare come Richard Ashcroft nel video di “Better Sweet Symphony”. Naturalmente mi hanno gridato di tutto.

Voi come vi comportate quando vi trovate davanti il muro di camminatori?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...